• Searching The Outback

BIVACCO, CAMPEGGIO LIBERO E APPLICAZIONI GRATUITE

Facciamo chiarezza: regole e possibilità legate al bivacco ed al campeggio libero in italia. Applicazioni gratuite e consigli utili per trovare luoghi adatti.


BIVACCO


Il bivacco viene definito dall’enciclopedia Garzanti come “stazionamento notturno, all’aperto; sosta di fortuna, all’addiaccio, di alpinisti, escursionisti ecc. | sistemazione provvisoria per passare la notte.” ​

Una soluzione che noi adottiamo spesso è quella del bivacco notturno poiché legale e selvaggia. Il bivacco notturno è consentito dal tramonto all’alba in ogni luogo, con o senza tenda!


due auto allestite con campup parcheggiate vista mare al tramonto
bivacco: dal tramonto all'alba
bivacco notturno con campup. allestimento con lucine e due persone con tavolino che mangiano
bivacco notturno con campup

Questo significa poter rimanere in un’area di sosta, in mezzo al bosco, o in un prato verde dal tramonto all'alba con il proprio setup da campeggio. Nel nostro caso usiamo CampUp per la zona notte più allestimento interno personalizzato con cucina ed impianto elettrico.


*.* A volte ci prendiamo il "rischio" ma, ci teniamo che tu sia consapevole del fatto che, parcheggiare sul prato è tecnicamente vietato per la legge italiana *.*


L’apposita tenda sul tetto, CampUp, permette di non rovinare l’ambiente circostante, di essere protetti dalla fauna locale e di essere veloci nel chiudere tutto!


La cucina nel baule ci permette di essere indipendenti nel cucinare, non dover necessariamente accendere un fuoco ( può essere pericoloso per l'ambiente ) e lasciare tutto pulito rispettando la natura.


Quando in viaggio CampUp è un portapacchi che può ospitare portabici, portacanoa, portasci e tanti altri accessori.





bivacco d'emergenza nell'Appennino Reggiano
bivacco Appennino Reggiano


Il termine bivacco racchiude anche un’altro significato. Ci sono infatti più di 700 rifugi e bivacchi gestiti dal CAI. Questi bivacchi sono solitamente piccole case abbandonate in montagna o luoghi raggiungibili solo a piedi che il CAI lascia a disposizione di chiunque abbia bisogno di riparo per la notte!





CAMPEGGIO LIBERO


**Il campeggio libero, diurno e notturno, è consentito laddove non ci sono cartelli che lo vietano.** La legge italiana non è assolutamente chiara su questo argomento e quindi lascia spazio all’interpretazione. Noi pratichiamo il campeggio libero da anni e con qualche accortezza non ci è mai capitato di essere richiamati o cacciati da un luogo. Bisogna però essere consapevoli che si può incorrere in multe, anche dai 100 € in sù.

E’ considerato campeggio libero la sosta in un luogo per più di 48hr.

Il campeggio libero è gratuito ed offre tantissima libertà; d‘altro canto la realtà è che sarete voi e madre natura, a braccetto, e l’organizzazione del campo è molto importante per avere un'esperienza piacevole e rilassata. In questi anni di esperienza abbiamo accumulato vari consigli sfiziosi che ci teniamo a condividere per evitare situazioni indesiderate o scomode:


  • è importantissimo avere il massimo rispetto per l’ambiente; non inquinare e non sporcare. “Leave only footprints." Non ci stancheremo mai di ripeterlo; “Natura è casa. Non butteresti mai la spazzatura sul pavimento di casa. Preserva e aiuta l’ambiente che ti accoglie." Ci è capitato proprio ad agosto 2020 all'Isola d'Elba un aneddoto che conferma quanto questo sia importante. Stavamo campeggiando liberamente a Manciana, che è l'unico comune dell'isola nella quale è vietato il campeggio libero e sono arrivati i carabinieri. Cosa ci ha permesso di evitare una multa? Abbiamo avuto il totale rispetto del luogo, non abbiamo sporcato e anzi abbiamo raccolto la sporcizia altrui. Quando i carabinieri ci hanno detto che era vietato anche solo dormire a Manciana, non hanno potuto sviare l'attenzione dalle due borse piene di rifiuti che che avevamo raccolto la sera prima. Hanno capito al volo e ci hanno anche ringraziato. Lo chiamiamo clean-camping e stiamo mettendo a punto una pagina nel sito dove parleremo proprio di quest'argomento che ci sta tanto a cuore.


campup versione portapacchi con borsa della spazzatura, pannello solare e scarpe legatai sopra.
Lascia l'ambiente meglio di quello che trovi ! Carica la spazzatura sopra CampUp

  • evitiamo di campeggiare vicino a centri abitati; per intenderci “non svegliare il can che dorme” :D Prendiamo la stradina/sentiero cosiddetto “imboscato” o comunque facciamo attenzione e stiamo alla larga dai centri abitati per evitare problemi inutili.


  • nel Parco nazionale del Gran Paradiso è assolutamente vietato campeggiare. Buono a sapersi! Ci sono tantissimi altri luoghi meravigliosi nella quale poter campeggiare in libertà. ​


  • la sosta in terreni privati, se consentita dal proprietario, è lecita per tutto il tempo desiderato! Ci è capitato spesso di chiedere a contadini se potevamo fare base per qualche giorno nei loro campi, e ci hanno sempre accolto a braccia aperte. Fortuna? Non credo, ma per eliminare ogni dubbio esiste anche (Garden sharing) dove per pochi € trovi spazi privati condivisi dove poter campeggiare e (CaraMaps) dove si trovano aree di privati o aziende agrituristiche in tutta Europa sulla quale poter sostare per il tempo desiderato.



  • Altre applicazioni utili quando si parla di trovare luoghi dove campeggiare in libertà sono:

  1. Park4night

  2. iOverlander

  3. Agricamper

  4. Google Maps

ma le approfondiremo meglio nel prossimo articolo di blog.


Se vuoi scoprire di più sul campeggio libero e CampUp, seguici sulla pagina Instagram e YouTube.



Buon viaggio,

Eugenia, Nicola e Zen "Searching the Outback"


189 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti